Le margherite sono fiori petalosi, mentre i papaveri non sono molto petalosi

«Come  definiresti un fiore?» ha risposto: «petaloso!»

Da oggi, oltre ai soliti profumato, colorato potremmo avere un nuovo aggettivo per descrivere i fiori, un aggettivo inventato da un bambino di terza elementare, in una scuola in provincia di Ferrara.

Qualche settimana fa durante un compito sugli aggettivi, Matteo ha descritto un fiore #petaloso. La parola ovviamente inesistente è piaciuta alla maestra Margherita (coincidenza!), la quale ha deciso di inviarla all’Accademia della Crusca per una valutazione.

La risposta della Crusca, firmata da Maria Cristina Torchia, che si occupa di consulenza linguistica per la celebre Accademia, di fronte a tanta spontaneità non si è fatta attendere e ha risposto:

“Caro Matteo, la parola che hai inventato è una parola ben formata.

PETALO + OSO = PETALOSO > Pieno di petali, con tanti petali

Potrebbe essere usata in italiano come sono usate parole formate nello stesso modo, come coraggioso, peloso. Tuttavia, bisogna che la parola nuova non sia conosciuta e usata solo da chi l’ha inventata, ma che la usino tante persone e tante persone la capiscano. Se riuscirai a diffondere la tua parola fra tante persone e tante persone in Italia cominceranno a scrivere e dire “Com’è petaloso questo fiore!” o, come suggerisci tu, “ le margherite sono fiori petalosi, mentre i papaveri non sono molto petalosi”, ecco, allora petaloso sarà diventata una parola dell’italiano, perché gli italiani la conoscono e la usano. Quando una parola nuova è sulla bocca di tutti allora lo studioso capisce che quella parola è diventata una parola come le altre e la mette nel vocabolario”.

La notizia ha fatto il giro del web, centinaia di utenti su Twitter hanno condiviso, discusso l’hashtag #petaloso, chissà se la creatività di un bambino colpirà gli italiani, se la parola verrà divulgata così tanto da decretarne l’esistenza.

#diffondiamolaparolapetaloso #petaloso #accademiadellacrusca

Silvia Ramieri

fonte immagini margherita, papavero

Leave a Comment